Ageismo: significato, conseguenze ed azioni utili per contrastarlo

Categoria: In evidenza, Notizie tag: , ,

“Ageismo”, rappresenta il termine coniato nel 1969 dal gerontologo Robert Neil Butler per indicare l’insieme dei pregiudizi, degli stereotipi e delle discriminazioni basati sull’età. Indica l’inquietudine, la repulsione e l’avversione da parte di persone giovani e di mezza et. verso l’invecchiamento, la malattia, la disabilit., l’impotenza, l’inutilità e la morte, che di solito sono legate a persone età avanzata.

E’ un fenomeno sociale complesso e diffuso, che colpisce molte persone in tutto il mondo, si basa sulla discriminazione e sul pregiudizio nei confronti delle persone in base alla loro età principalmente nei confronti degli anziani, e rappresenta un problema sociale da comprendere per favorire la promozione dell’inclusione per tutte le fasce di età.

Il concetto di ageismo non si riferisce solo all’ultima parte della vita ma indica, in generale, l’atteggiamento sprezzante e discriminatorio di soggetti appartenenti ad una fascia d’età verso soggetti appartenenti ad un’altra fascia d’età.

Approfondiamone il significato, lo scenario, le conseguenze e, soprattutto, le azioni utili per contrastarlo nell’Editoriale di approfondimento del Dott. Aladar Ianes, Vice Presidente della Fondazione Longevitas.

Leggi e scarica l’ Editoriale Dott Aladar Ianes

Condividi questo post


Skip to content